09 febbraio 2006

Politica, prossime elezioni e altro...

La Sinistra e' sicura di vincere perche' la gente e' stufa di Berlusconi e delle "ca...pperate" che spara. La gente e' stufa del nazional-.popolarismo di Berlusconi che continua a negare l'evidenza anche di fronte alla realta' etc... etc...etc...
Tutte cose ormai davanti agli occhi di tutti.
Ma la Sinistra dimostra di aver paura di vincere e cosi', cosa fa?
Berlusconi la accusava di aver politicizzato la magistratura?
E loro candidano un magistrato. (o ex la sostanza cambia pochissimo)
Berlusconi li accusa di essere ancora legati al Comunismo?
E loro tirano nell'alleanza Bertinotti (che secondo me e' una persona intelligente e brillante, simpatica e acuta, ma che si dichiara ancora comunista)
Berlusconi li accusa di nn avere nessun senso della morale?
E loro candidano Vladimir Luxuria (no-comment)
Berlusconi li accusa di non essere uniti? di non essere presentabili all'estero? di essere contro il progresso con i no-global?
E loro candidano Francesco Caruso, gran capo dei no global meridionali, che dichiara:
«Fanno bene, Fassino e Prodi e tutti gli altri, ad aver paura della mia candidatura. Perché sarò un virus che metterà in discussione i loro privilegi. Sarò il grimaldello dei disoccupati, degli emarginati, dei senzacasa. Meglio essere uno di Hamas all'italiana, che un Mastella alla palestinese». Hamas? Lei evoca i kamikaze... «Li evoco, e allora? Non mi sento di giudicarli. Il kamikaze, in fondo, è una forma di disperazione sociale Io continuerò a stare nei centri sociali, per occupare case, bloccare binari, arrampicarmi sugli alberi e mi piacerebbe anche riuscire a sciogliere il Ros, il Reparto operativo speciale dei carabinieri. Gente pessima. Mi sbaglio o sono indagati per un giro di droga?»
Ora senza senza essere un politico navigato da anni, comincio a pensare che la Sinistra abbia paura di arrivare al governo (in fondo e' molto piu' facile dire che e' tutto una cazzata quello che fanno gli altri piuttosto che costruire). Tanto il bello e il cattivo tempo lo possono fare dalle piazze con sciperi, confusione e risse.
Ora che il mio sfogo e' finito, io vorrei dalla sinistra un segnale forte. Mi piacerebbe che a questo punto dichiarassero Bertinotti e il suo 10(???) percento fuori dall'alleanza, il magistrato out...insomma che smettessero di suicidarsi.
Se fossero rimasti senza farsi sentire (nessuno di loro) e con le vecchie liste avrebbero facilmente chiuso le elezioni al 60%, adesso sono intorno al 50, e in discesa libera...dopo ogni dichiarazione atto o apparizione televisiva scendono...
Forse al Berlusconi conviene fare una ParCondicio rigida...cosi' si possono suicidare in modo paritetico....
Lui togliendo ogni dubbio di essere un populista egoista arrivista, e loro facendo credere che in fondo possa essere meglio lui....
Scusate lo sfogo, ma non so piu' cosa pensare.....

5 commenti:

Marco Felice ha detto...

Mi rispondo, invece di modificare il post, solo per movimentare la cosa.
Ho letto, in risposta al mio blog (anche se non credo che lo abbia letto) l'articolo di Sergio Romano sul Corriere della Sera.
Metteva in evidenza come la sinistra al momento sia schiava di una scelta:
Cercare i voti nelle fasce estreme (Bertinotti, Luxuria, Caruso, No-TAV) o cercarli tra gli incerti e mutevoli (diciamo i famosi moderati del centro)
Ora e' molto piu' facile prenderli nei centri sociali, a cui bastano slogan e minaccie di guerra sociale...bastano promesse vane e irrealizzabili, piutttosto che un elettorato di centro piu' attento ai fini meccanismi della politica interna, estera, economica, sociale etc...
Spero di averlo sintetizzato in modo abbastanza completo e fedele, comunque se ci riuscite...Leggetelo!

Cafè Orquidea ha detto...

Mi sembrerebbe quantomeno bizzarro estromettere Bertinotti da una coalizione solo perchè qualcuno continua ad invocare il fantasma del "comunista". Non siamo più dentro Peppone e Don Camillo, Marco, Su Vladimir Luxuria non hai certo torto, Caruso mi spaventa molto e credo che di certo non sia uno splendido biglietto da visita, ma Bertinotti no. Non avrebbe senso rinnegare un'identità perchè la gente è ancora così boccalona da abboccare quando gli si agita contro il terrore rosso.
Cmq bel blog, ciao!

Diego

Marco Felice ha detto...

Sicuramente il ruolo che ha Bertinotti nell'alleanza e' quello di coinvolgere le fasce estreme.
Il problema e' banalmente (a pragmaticamente) un problema di costi/benefici.
La domanda da porsi e':
Quanti voti porta Bertinotti?Moltissimi
Quanti ne fa perdere?
Qualcuno....
dunque estrometterlo sarebbe un errore grave, detto questo pero' il discorso si complica:
Da dove vengono i voti che Bertinotti porta?
da un serbatoio di gente che non votera' MAI Berlusconi.
dove vanno i vosti ch Bertinotti fa perdere?
Vanno ahime' in schieramenti moderati che possono finire su Berlusconi.
Detto questo ripeto che io stimo molto Bertinotti, anche se non ne condivido alcune battaglie (in fondo nel coinvolgimento di Luxuria e Caruso c'entra anche lui).

Clo' ha detto...

Quanto è drammaticamente vero quello che hai scritto nel post...
Neppure io sono d'accordo per l'esclusione di Bertinotti, ma quel che è certo è che la campagna elettorale per la sinistra dovrebbero lasciarla fare a Berlusconi... Insomma, più lui appare dovunque più perde voti, ma lo stesso capita a Prodi, Fassino & Co. E le scelte sul magistrato, anche secondo me, sono altamente contestabili. Staremo a vedere!

InOpera ha detto...

pensiamo che il 9 aprile finirà questa pagina triste ed arrogante della nostra storia !!