10 giugno 2008

Autotrasportatori

La mia domanda è possiamo vedere un autotrasportatore come un imprenditore?
Se ho capito bene, si compra il camion (macchinario di produzione), si compra la benzina (energia), si sceglie cosa portare e dove portarlo, neozia un prezzo con l'industra che produce quello che lui porta confrontandosi con il mercato e poi svolge il servizio cercando di offrire un servizio buono e rispettando i parametri decisi con il mittente.

Mi spiace che la benzian sia salita e posso capire che per loro sia un problema MOLTO GROSSO, ma perche' deve essere un problema dello stato? Perche' lo stato vuole favorire i TIR ai treni? Perche' altrimenti lo stato dovrebbe fornire degli aiuti economici?

Si tratta forse della solita manipolazione del mercato da parte dello stato?
Oppure il loro e' considerato un servizio alla nazione di cui lo stato si deve fare garante perche' di interesse pubblico? (secondo me il trasporto della pasta Barilla e' un problema della Barilla e non dell'Italia, secondo me il trasporto delle FIAT e' un problema della FIAT non dell'Italia....e cosi' via dicendo)

Inoltre agli Autrotrasportatori s' sempre stato garantito il diritto di fare sciperi selvaggi e violenti che bloccano l'intera rete stradale (che non serve solo loro ma anche le macchine). Se un corteo volesse paralizzare una sola citta' il prefetto si opporrebbe e li costringerebbe a cambiare il percorso, e la polizia (forse, qualcuno dice talvolta anche esagerando) si occuperebbe di evitare che il corteo vada vuori del previsto, invece i camion bloccano l'Italia (loro e i produttori di latte, contadini etc...) fanno i prepotenti e fanno sentire la loro voce e si impongono per ricevere aiuti che mi domando se gli spettino.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

veramente, il problema di tutti coloro che sono costretti a usare la benzina ed altri carburanti oil-based x i loro mezzi di locomozione sono piu' che altro le ACCISE

Credo sia per questo che lo "stato" (piu' che altro, le lobbies dietro ai vari politici) voglia ancora favorire l'incremento dell'uso dei mezzi su strada rispetto a quelli su rotaia.

l'anarkika che ha rottamato il suo 50ino e si accontenta della sua tessera della metro'.

Caterina ha detto...

Quello che introduci è un tema ben più grosso, non parliamo, secondo me, solo di autotrasportatori ma degli aiuti che lo stato eroga per aiutare (favorire?) alcune categorie/aziende.
Io concordo con te, perchè un autotraportatore dovrebbe essere aiutato ad affrontare un problema che affligge tutti come il caro benzina? E le persone che quotidianamente viaggiano per lavoro con la propria auto? Mi vengono in mente i rappresentanti ma anche semplicemente i pendolari...insomma il problema del caro benzina andrebbe affrontato dallo stato seriamente cercando di renderci meno dipendenti dal petrolio non aiutando solo alcune categorie.
Bacio!